Passa ai contenuti principali

Trombamico da scegliere

Miei cari…mentre vagabondavo online alla ricerca di una buona immagine di maschere carnevalesche, sono inciampata in un articolo bizzarro, ma davvero molto interessante!!! Ve lo posto:

Soffri di mal di testa? Fare sesso con gli amici potrebbe fartelo passare!
Ilary, una 22enne studentessa del Connecticut, deve aver creduto di non aver sentito bene. Sì perché quando è andata dal medico della sua Università lamentando frequenti e fastidiosi mal di testa si è vista rispondere “Fai più sesso!”” Ilary però non ha un fidanzato, e alla sua obiezione il professore le ha risposto “Allora trova qualche amico!“.
Vi sembra strana la risposta? All’Università del Connecticut è stato svolto uno studio comparativo, due gruppi di giovani pazienti di sesso femminile che soffrono spesso di emicranie sono state per diversi mesi. Al primo gruppo erano somministrati i più recenti farmaci contro il mal di testa, mentre al secondo gruppo era vietato prendere medicinali.
Il risultato? In presenza di un’attività sessuale frequente le ragazze che non prendevano alcuna cura sono risultate essere quelle che meglio hanno superato il problema delle emicranie. Sembra che fare l’amore infatti produca nel nostro organismo delle sostanze di origine ormonale che vanno a influire sui centri cerebrali, rallentando le cause del dolore.

E se non ho un fidanzato come faccio? Semplice, basta avere alcuni amici, si farà la loro gioia e si risolverà in fretta un problema tanto frequente quanto fastidioso.

WOW…la legalizzazione del famoso “trombamico”!
Ne ho parlato più volte, mi pare; è una figura veramente interessante che personalmente apprezzo molto!!!
Un produttore economico, salutare e efficiente di serotonina, altrimenti nota come l’ormone del buonumore…

Io ho avuto un “trombamico”…era un grande amico. Tra noi c’era complicità, rispetto, privacy, stima….e tanto tanto tanto sesso…poi devo ammettere che lui era particolarmente “capace”.

Oddio….mi sembra così strano venirvi a raccontare queste storie…io che fino a qualche anno fa non concepivo nemmeno l’idea di ricercare il mio piacere personale!!!

Vabbè, in ogni caso, per dirla tutta, devo ammettere che il periodo in cui frequentavo il trombamico era davvero un bel periodo.
Ero carica, piena di energie, sempre rilassata e sorridente, assolutamente priva di brufoli o imperfezioni della pelle…!!!! Ero concentrata sul lavoro, producevo tanto e facilmente...mai priva di ispirazione e mai senza idee! Ne sono sicura: un’attività sessuale costante e intensa favorisce a tutti gli effetti il nostro benessere a 360°.
E lui ed io….avevamo la stessa idea di “attività sessuale”…ovvero:
“ovunque fosse possibile,
a qualsiasi ora
e in qualsiasi location
… purché al limite della decenza!!!!”

Com’è finita?
…lui s’è innamorato di una…che peraltro a quanto mi racconta è piuttosto gelida…mah, che dire...de gustibus!
Comunque sta di fatto che, una volta diventato “fidanzato” di lei, ha smesso di essere il “trombamico” per me….e quindi…

…oddio che mal di testa!!!!


Su su, dai…scherzi a parte…bisogna sottolineare che non è però così facile trovare un “trombamico”!!!
Senza voler mettere il dito sulla questione "salute" e sulla necessità di adottare precauzioni e comportamenti atti a garantire la "preservazione" del reciproco "star bene" e ad evitare il contagio o lo sviluppo di malattie fortemente indesiderabili, nella scelta di un T.A. non basta – come dicono molti – prendere un amico e nominarlo “responsabile” del nostro godimento perché innanzitutto, seppure nell’amicizia, è richiesta una certa “intesa” reciproca: non ci scordiamo che il suo “lavoro” sarà sollazzarci…quindi non è possibile scegliere uno di quegli amici insipidi che vediamo…ma anche no!!!!

Allora…le parole chiave per la scelta di un T.A. sono:

INTESA – scegliere quindi un amico col quale ci fa davvero “piacere” passare del tempo

CONDIVISIONE D'INTENTI – avere la stessa idea dell’attività che si andrà a svolgere

PRIVACY – scegliere un amico capace di tenere la bocca chiusa, perché ci piace spassarcela con lui, ma potrebbe non piacerci ritrovarci sui sorrisetti sciocchi dei suoi infantili compagni di merende!!!

CHIAREZZA – mettiamo bene in chiaro che questo rapporto è mirato al reciproco divertimento e dovrà essere brutalmente ed immediatamente interrotto qualora uno dei due – e solo uno – mostri segni di “innamoramento” o “gelosia morbosa”...a meno che, in the end, questo innamoramento non sussista da parte di entrambi...allora è un'altra storia!!!

ESCLUSIVA - …e qua sono categorica! Non si possono avere più trombamici e né si può avere un trombamico condiviso con altre donne perché, per quanto si tratti di amichevoli trombate, non è comunque concepibile essere "quella di turno" di un T.A. con l’agenda più densa di appuntamenti della mia estetista. Né tantomeno è segno di rispetto "trombare" - passatemi il francesismo - con mezzo mondo.

RISPETTO – questo è un altro punto chiave! Non bisogna mai scordare che per quanto si tratti solo di SESSO, tra le gambe abbiamo una persona (donna o uomo che sia)…quindi CALPESTARE dignità, amor proprio e sensibilità è assolutamente vietato!!!

Queste le mie regole per impostare un rapporto di TROMBAMICIZIA…e come vedete non si tratta solo di andarsi a trovare l’amichetta/amichetto del sabato sera…ma di costruire un rapporto molto più serio...che non è necessariamente "sentimentale", ma che comunque ci può dare grandi soddisfazioni...sotto molti aspetti!!!

Se si riesce a trovare un LUI con cui condividere questa amicizia “speciale”…beh la fortuna ha bussato alla nostra porta, quindi cerchiamo di riconoscerla, apprezzarla e tenerla stretta…perché potrebbe non capitare di nuovo…e vi accorgerete che la possibilità di far crescere amicizia ed orgasmo contemporaneamente…vi aprirà universi di piacere inesplorati!

Si vede che mi manca il mio trombamico??? Si…mi manca tanto!
Mi mancano quelle sensazioni che provavamo, la possibilità di vivere un rapporto di gran lunga superiore all’amore…privo di scene di gelosia, privo dell’oppressione di un compagno magari troppo pesante, privo del “brutto” del rapporto di coppia, ma ricco di semplicità, affetto, rispetto e aiuto reciproco; mi mancano quegli sguardi, a metà tra desiderio e aspettativa, che ci scambiavamo e che solo noi potevamo comprendere…e mi manca la complicità persa, anche se…quegli sguardi ogni tanto ce li scambiamo ancora!!!

….dovrei mettermi alla ricerca di un nuovo “trombamico”…e per un brevissimo periodo di tempo pensavo di averlo anche trovato...lui, l'uomo più affascinante e desiderabile che io abbia mai conosciuto, ma anche il più complesso, è bello, bravissimo, capace dentro e fuori le lenzuola, perfettamente rispondente a tutte le migliori caratteristiche del caso, ma, purtroppo...non ha tempo!!!
Allora, dopo aver in qualche modo subito il picco della mia endorfina che per merito suo è arrivata ai massimi storici e per colpa sua è arrivata subito dopo ai minimi storici...ho deciso di aggiungere un'altra parola chiave a quelle che vi ho elencate:


TEMPO!
Il T.A. deve necessariamente avere del tempo da dedicarci. 
Io non dico che si debba passare il 50% della settimana a "regalarsi reciproco godimento", anche perché tutti noi, chi più e chi meno, abbiamo una vita sociale, una famiglia, un lavoro o comunque qualcosa da fare, quindi...cum grano salis...si può arrivare a tutto, ma è anche impensabile - e terribilmente fastidioso - trovare un "compagno di letto" che non abbia tempo fuorché in sporadiche occasioni, anche perché, in sua assenza, sarà poi difficilissimo placare le nostre voglie (specialmente per quelle di noi che per provare godimento non ricorrono ad aggeggi multicolori di plastica, ma hanno bisogno dell'uomo)!!! 

Allora, mie care, scegliamo bene l'uomo, anzi l'amico che potrà ricoprire questo ruolo!
Ne va della nostra soddisfazione!!!


Un grazie speciale a "Il blog di Alice
per avermi fatto fare un sorriso...e per la foto del post :)

Post popolari in questo blog

Il galateo del pompino...qualche regola in più!

...no, amici miei! Stavolta non potevo evitare di dire la mia! Dunque...partiamo dalle basi: ho trovato per caso questo fantastico post...davvero simpatico e soprattutto veritiero...
Galateo del pompino: ovvero 10 regole per viverlo al meglio
L'ho letto attentamente e, oltre a condividere quanto scritto dall'autore, io - teorica e sostenitrice della figura multifunzionale del "Trombamico" - avrei qualche regola da aggiungere.
PER LUI
#11  SIATE PROFUMATI!!! NON E' VERO CHE L'UOMO PER ESSERE UOMO DEVE PUZZARE! L'uomo che puzza è un animale!!! Allora, miei cari, PER FAVORE...VI PREGHIAMO..., se avete sentore di una notte brava o di essere nelle grazie della vostra lei...rivolgete un'attenzione in più all'igiene! Vi garantisco che accostarci ad un uomo che LAGGIU' puzza come un pesce andato a male...è la cosa peggiore che ci possa capitare!!! E quando ci disgusta "quello lì"...automaticamente cambia anche la nostra considerazione della pe…

Donne che parlano e uomini che non sanno interpretare!

Mi viene detto di non saper ascoltare! Mi viene chiesto di ascoltare e non interpretare...ma non mi riesce di farlo! E mi viene ripetuto che questo è un "difetto" di noi donne. ...per gli uomini non è così! Sarà vero???

A quanto ho capito, parlando con il mio personale Christian Grey, gli uomini seguono questo schema comunicativo:
- dicono A - perché stanno pensando A - e perché vogliono comunicare A
...e quando noi donne parliamo con loro, le nostre parole vengono automaticamente ascoltate con lo stesso criterio. Per loro, molto semplicisticamente, se diciamo qualcosa vuol dire che intendiamo quello e non altro...e stiamo cercando di comunicarla.
...non è così! Questa linearità non è da donne...
E aggiungerei...magari fosse!!!

Noi donne, normalmente (e sarei felice di conoscere anche una sola donna che non sia così!), seguiamo questa logica "alternativa":
- pensiamo A - diciamo Z - ci aspettiamo che gli uomini che ci ascoltano interpretino quella Z e capiscano che …

Operazione "oca giuliva"

Ho deciso di fare l’oca giuliva!!!


Manca poco al mio compleanno se non erro.  In questo lasso di tempo, in vista per i festeggiamenti dei miei..35, potrei mettermi a dieta, risparmiare per farmi un bel regalo, farmi prendere dall’ansia di organizzare la mia festa…invece no! Ho deciso di partire con l’operazione “Oca Giuliva”.
In che consiste quest’operazione? Bhe…per i prossimi 56 giorni mi limiterò a pensare, comportarmi e sentirmi semplicemente “oca-femmina”. Quindi…cervello in standby (meriterà un pò di ferie pure lui, no???), push up alla mano, sorrisetti stupidi, lagne e capricci, lacrima facile, aria indifesa e vocetta suadente…voglio fare l’oca giuliva e non preoccuparmi più di darmi un tono, di dimostrare spessore, di ricevere considerazione e stima, di “fare” la donna tutta d’un pezzo….
Voglio fare l’OCA GIULIVA!!!!
Voglio riposarmi…sono stufa di pensare perché tanto a quanto vedo….pensare tanto a questo mondo, quando hai una vagina tra le gambe, è solo un problema!!!

La donna …